Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Piante da balcone al sole

Non sempre abbiamo la possibilità di coltivare le nostre piante preferite in giardino. Perché non farlo allora sul nostro terrazzo di casa? Ecco qualche idea su quali piante da balcone scegliere.

Piante da balcone al sole

Quanto sarebbe bello poter ricreare un piccolo giardino sul nostro terrazzo, magari con le piante che ci piacciono di più! Un sogno per tutti gli amanti delle piante ma soprattutto per chi ha il pollice verde. Spesso, però, a causa del poco spazio o magari di vicini poco socievoli che non amano il verde della natura, siamo costretti a rinunciare a questa piccola grande gioia. Ma chi ha detto che non possiamo creare un green space di fiori da balcone grazie alla nostra creatività?

Non demordete! Con pochi e semplici accorgimenti, possiamo ricreare, con le piante da balcone, una nostra personalissima oasi verde dove poter trascorrere delle ore di sereno relax e dare vita a tutta la nostra fantasia con fiori, piante, palette, terriccio, vasi e sottovasi.

Balcone bellissimo con edera e fiori

Quali piante scegliere?

Quando decidiamo di abbellire il nostro balcone con delle piante e dei fiori, la prima cosa da fare è una valutazione attenta dell’esposizione solare, del clima e del tempo che realmente potremo dedicare alla cura del verde.

Con semplici e piccole attenzioni possiamo trasformare questo spazio domestico in un’oasi sempre profumata e fiorita. Non importa quanto spazio abbiamo a disposizione. Che sia piccolo o grande, ciò che è importante è la cura e l’attenzione che decidiamo di dedicargli.

Basta scegliere le piante e i fiori profumati che più si adattano al nostro terrazzo optando, soprattutto, per quelle che sono più semplici da coltivare.

Valutiamo con molta attenzione, quindi, il grado di esposizione al sole, così da poter scegliere i fiori più adatti al nostro ambiente. Ci sono piante e fiori che amano particolarmente stare al sole. Altre, invece, sono più “timide” e preferiscono le zone ombreggiate. Quindi la valutazione è fondamentale affinché le nostre piante siano sempre sane e rigogliose. Sarebbe davvero un dispiacere far seccare ed inaridire i fiori che amiamo tanto.

piante sospese e cesti di fiori in balcone

Le piante, d’altronde, sono degli esseri viventi e come tali hanno bisogno di cura e attenzioni.

Dopo questa valutazione, possiamo scegliere quelle che più ci piacciono. Ma quali sono le piante che possono tranquillamente crescere e fiorire sul nostro terrazzo?

In commercio ce ne sono davvero di tutte le tipologie:

  • piccole;
  • grandi;
  • sempreverdi;
  • stagionali;
  • aromatiche;
  • succulenti;
  • con fiori piccoli;
  • con fiori grandi;
  • rampicanti;

e tantissime altre varietà. Sta a noi scegliere in base allo stile e all’atmosfera che vogliamo ricreare nel nostro piccolo green space.

Un consiglio da tenere sempre in mente, affinché in qualsiasi stagione il balcone sia sempre in ordine, è quello di valutare l’acquisto di piante sempre verdi così da avere, anche nei mesi più freddi, come l’autunno, uno spazio che si colora delle tipiche sfumature di ogni stagione. Rosso, arancione e giallo.

Oppure piante con una ricca fioritura che ci consentanosul di ricreare delle vere e proprie esplosioni di colore nei mesi di massima fioritura.

Armiamoci, quindi, di tutti gli attrezzi necessari e diamo spazio alla nostra fantasia scegliendo con cura quali piante inserire sul nostro balcone. E perché no, giocare anche con l’accostamento di tipologie e tonalità diverse per creare delle composizioni originali e uniche.

Ma quali sono, quindi, le piante perfette per i balconi? Ce ne sono davvero moltissime. Scopriamo insieme quelle più conosciute.

 

Finestra con vaso di legno e fiori colorati

PIANTE E FIORI DA BALCONE: LE PIÙ CONOSCIUTE

Quando andiamo dal fioraio, siamo catapultati in un mondo surreale fatto di colori e profumi. Ci ritroviamo a vagare tra le meravigliose file di verde lussureggiante e fiori coloratissimi. Vorremmo prendere tutto ma, ovviamente, non possiamo. Sia perché il nostro portafoglio piangerebbe sia perché il balcone che abbiamo a disposizione non ce lo consente. Quindi cosa scegliere?

Facciamoci guidare dal nostro istinto. Scegliamo ciò che ci colpisce di più. Sicuramente questo appagherà la nostra voglia di creare uno spazio dove poterci rilassare in tutta tranquillità.

Ma prima di recarci dal fioraio, scopriamo i fiori più comuni e conosciuti:

  •  L’AZALEA

Considerate ottime piante da vaso data la loro semplice cura, è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Ericacee. I fiori dell’azalea sono coloratissimi e hanno una dimensione di circa 40-50 cm con fusti sottili e foglie ovali ruvide di colore verde scuro. Una pianta ad alberello che fiorisce in primavera tra aprile e maggio. Ha fiori riuniti in piccoli mazzetti con forma di trombetta che spuntano sull’apice dei rami, di colore rosato, rosso o bianco. Negli ultimi anni possiamo trovare sul mercato anche di colore lilla o azzurre.

azalea rosa       azalea viola

Le azalee hanno bisogno di acqua per tutto l’arco dell’anno, cerchiamo di mantenere il terreno leggermente umido. In primavera annaffiamola con regolarità, facendo attenzione a non inzuppare il terreno. Durante i mesi invernali, invece, diamo acqua con parsimonia e solo in caso di prolungati periodi di siccità.

vaso di azalee

  •  LA LAVANDA

Conosciutissima per l’inconfondibile profumo intenso e per le fioriture dal colore violetto, la lavanda, oltre ad essere una pianta ornamentale, è anche una pianta officinale. Una volta che i suoi fiori si sono seccati possono essere utilizzati per la preparazione di tantissimi prodotti cosmetici, come oli, creme e unguenti.

vasetto con lavanda

Oltre i classici sacchetti profumati per la biancheria. Sul balcone se ben collocata, colorerà perfettamente il nostro spazio con fioriture estive davvero meravigliose. Infatti, è perfetta da coltivare in vaso.

Resiste al caldo e se esposta in pieno sole, cresce più rigogliosa e fiorente. Meglio se posta su terreni ben drenati tendenzialmente calcarei. Infatti possiamo posizionarla in pieno sole anche su terrazzi in cui sono presenti le comuni piante aromatiche, come rosmarino e salvia.

La lavanda non ama ambienti particolarmente umidi. Infatti non ha bisogno di molta acqua. Annaffiamo solo quando il terreno è ben asciutto.

vasetti di vetro con la lavanda

  • LE ORTENSIE

Tra le varietà più amate e apprezzate, le ortensie sono molto resistenti e difficilmente periscono. Infatti, crescono rigogliose anche in un terreno non adatto e in una posizione troppo soleggiata. Prediligono un terreno con ph neutro, anche se l’ideale sarebbe acido.

È proprio dall’acidità che dipende il colore dei fiori. Infatti:

– l’azzurro è dato da terreno neutro o alcalino;

– il rosa, il rosso o il bianco per un ph completamente opposto.

vasi di ortensie colorate  Vasetto bianco con ortensia viola

Affinché i fiori siano davvero molto belli agli occhi ma soprattutto sani, dobbiamo  irrigarli frequentemente con abbondante acqua fresca, soprattutto nella stagione estiva.

Poniamole in zone non troppo assolate. Le ortensie, infatti non amano molto il sole e preferiscono le zone in penombra.

Pratica molto importante per questa tipologia di fiori è la potatura dei vecchi rami. Da fare rigorosamente in primavera dopo la fine delle gelate, i rami vanno tagliati alla base lasciando quelli nati l’anno precedente.

Questo stimolerà la produzione di nuova vegetazione e renderà il cespuglio più arieggiato e uniforme.

ortensia color glicine   cesto di ortensie

Come molti fiori, anche l’ortensia ha numerosi significati. Antichi detti, infatti, consigliano di non regalarla perché simboleggia l’intenzione di andarsene, di volere uscire da una situazione.

ortensie rosa in vaso ortensie gialle e blu

  • IL GELSOMINO

Dal tipico fiorellino bianco super profumato, è una pianta meravigliosamente delicata ed elegante. Originario delle regioni asiatiche e mediorientali a clima caldo, il gelsomino è ideale per decorare le pareti del balcone, muri, graticci e pergolati data la sua caratteristica peculiare di essere un rampicante sempre verde.

Super profumato anche durante la notte, il gelsomino è perfetto per dare un tocco di allegria al nostro balcone. Le fioriture vanno dal bianco al giallo fino al rossastro e avvengono durante l’inizio della primavera. Il gelsomino non ha bisogno di cure particolari ed è perfetto per chi non ha il pollice verde.

gelsomino  gelsomino in vaso di latta

La sua crescita avviene in modo facile e rapido e non ha bisogno di essere innaffiato dato che si alimenta grazie alle piogge. Il terreno deve essere sempre abbastanza umido, soprattutto nei mesi più caldi.

Ama le zone di mezz’ombra e, nelle regioni settentrionali, le zone al sole. Prima dell’inizio della primavera è importante fare delle potature per favorire la fioritura. Non dimentichiamoci di predisporre dei sostegni in legno e dei graticci su cui il gelsomino possa arrampicarsi.

Il gelsomino coltivato in vaso, se fiorisce in primavera, va rinvasato a settembre; invece, se fiorisce in inverno, va rinvasato ad inizio primavera.

gelsomino in vaso di vetro

  • LE ROSE

Molto conosciute e blasonate, le rose si distinguono per il loro profumo delicato e le mille varietà di colore. Questo le rende perfette per decorare il balcone di casa e il terrazzo. Ideali anche per creare un mix di fragranze ed essenze diverse. Fioriscono a primavera inoltrata, tra maggio e giugno, e prediligono luoghi luminosi e soleggiati.

Due sono le categorie tipiche delle rose:

  1. le non rifiorenti che producono boccioli solo sulla crescita dell’anno precedente e fioriscono dall’inizio di aprile alla fine di luglio. A questa categoria appartengono tutte le rose di origine europea, mediorientale e anche alcune botaniche americane;
  2. le rifiorenti che producono nuovi steli recanti in cima boccioli fino all’arrivo della stagione fredda.

Rose sul balcone

Le rose amano le zone d’ombra e fresche. Infatti, patiscono molto il caldo e, in teoria, dovrebbero essere esposte al sole non più di 6 ore giornaliere.
Le rose sono piuttosto tolleranti in tema di terreno, prediligono però suoli freschi, ricchi di sostanze nutrienti e anche abbastanza argillosi e pesanti. Se il nostro substrato è troppo leggero cerchiamo di rendono più corposo.

Vaso di rose rosse

PIANTE DA BALCONE: LE 3 CHE AMANO IL SOLE

Ma se il nostro balcone o terrazzo è esposto completamente al sole, quali piante scegliere? Fortunatamente tante sono le piante che amano il sole e fioriscono anche ad alte temperature. Madre Natura è stata molto generosa con noi umani dandoci la possibilità di scegliere tra quelle da vaso, le rampicanti, le aromatiche e gli arbusti.

Da tener sempre conto è l’orientamento dei balconi per permettere una migliore collocazione delle piante. Infatti, la tolleranza al caldo da parte delle piante dipende dall’ambiente che le circonda. Ricordiamo che:

  • se il nostro terrazzo dà sulla strada ed è circondato da edifici, le nostre piantine saranno più stressate dal sole, soprattutto se orientato a sud;
  • se, invece, il nostro balcone è esposto ad est e ha anche dei momenti di ombra durante il corso della giornata, le piante vivranno in maniera più serena, grazie proprio a quei pochi momenti di ombra.

Scopriamo quindi le 3 tipologie di piante ed i fiori che resistono al sole e scegliere, così, quelle che più ci piacciono.

1 Piante grasse

Con le loro mille varietà di forme e colori ma anche di fioritura, regalano un’atmosfera unica al nostro terrazzo grazie proprio alle tonalità multicolor dei fiori e alle diverse dimensioni.

Hanno bisogno di poca attenzione e sono perfette per rallegrare le nostre giornate estive. Un’alternativa simpatica è l’utilizzo delle grandi foglie di aloe vera oppure il fico d’india.

piante grasse in vaso piante grasse da balconcino piante grasse colorate

2 Petunie

Originarie del Sud America e dotate di un profumo fantastico, sono delle piante meravigliose che non necessitano di cure particolari.

Possono crescere anche fino a 60 cm di altezza. Proprio per la loro varietà di colori e di dimensioni vengono scelte per decorare molti terrazzi. Con foglie sempre verdi profumate e  fiori di color bianco, rosa, viola e blu,  le petunie fioriscono da metà primavera a metà autunno donando al nostro balcone un trionfo di colore unico. Possiamo posizionarle sia su vasi o ciotole poggiate sul pavimento o direttamente appese per creare delle cascate fiorite.

petunie  petunie cascanti

vaso di petunie

3 Geranio

Sul nostro balcone non può di certo mancare un grande classico: il geranio. Grazie ai mille colori disponibili, darà un tocco di allegria per tutta l’estate. E’ facile da coltivare e ci regala un’enorme quantità di fiori ogni anno. Basta semplicemente innaffiarlo. Infatti, rientrano tra i fiori più coltivati sui balconi e sui terrazzi. La loro fioritura inizia in primavera e prosegue per tutta l’estate.

Tanti i colori disponibili che vanno dal rosso, al rosa, al violetto, al fucsia, all’arancione e al bianco. Il loro meraviglioso profumo ci ricorda la frutta fresca come il limone e le mele.

geranio bianco vaso di gerani arancioni

Creiamo delle composizioni uniche per colorare il nostro green space. Possiamo posizionarle direttamente su grandi fioriere per creare un mix, oppure su singoli vasi di terracotta e di design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.