Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Attirare le farfalle in giardino

Attorno alle nostre abitazioni spesso si trovano giardini di bell’aspetto e molto curati, che però non sempre sono luoghi ideali per ospitare animali esigenti come le farfalle. Con qualche semplice accorgimento, tuttavia, è possibile rendere il luogo idoneo per questi lepidotteri: proseguite nella lettura di questa guida per scoprire come attirare in giardino colorate farfalle, soprattutto in primavera. Ovviamente si tratta di metodi naturali e privi di qualsiasi rischio o danno per questi delicati animali.

Attirare le farfalle in giardino

Come avere un giardino pieno di farfalle

Un tempo i nostri giardini erano pieni di vita e di colore, con farfalle ed uccellini a rivestire il ruolo di ospiti fissi degli spazi verdi. Purtroppo negli ultimi decenni la situazione è cambiata radicalmente, soprattutto per via dell’inquinamento e del massiccio uso di insetticidi in agricoltura che ha portato alla scomparsa di molte specie.

Al tempo stesso l’introduzione di piante non originarie del posto, provenienti da aree geografiche limitrofe oppure addirittura esotiche, non ha certo contribuito a creare un ambiente ospitale per le farfalle autoctone.

Molte specie esotiche sono infatti coltivate per via delle bellezza del loro fogliame e delle fioriture sgargianti, ma non sempre un fiore colorato è ricco di nettare, anzi. Spesso i fiori esotici più vistosi sono quasi (o totalmente) privi del nettare di cui le farfalle si nutrono. Inoltre queste specie non autoctone spesso non possono essere utilizzate dai lepidotteri per deporre le proprie uova.

Per tutti i motivi sopra citati, sono sempre più le persone che avvertono l’esigenza di una maggiore naturalità, attraverso il ripristino delle condizioni ideali affinché gli animali tornino a popolare il giardino.

Per trasformare il proprio spazio verde, grande o piccolo che sia, in un luogo ideale per le farfalle, non è necessario intervenire in modo radicale e nemmeno spendere una marea di energie (o di soldi).

Con pochi, semplici accorgimenti che tengano conto delle loro preferenze, in poco tempo il giardino si riempirà di farfalle colorate.

Le farfalle che si possono incontrare in giardino

Sinora abbiamo parlato di piante ed arbusti in grado di attrarre le farfalle, ma di quali specie stiamo parlando esattamente? Dal momento che in Italia vi sono aree geografiche profondamente diverse l’una dall’altra per clima e territorio, è praticamente impossibile elencare tutte le farfalle che si possono incontrare su e giù per lo stivale.

Alcune specie presentano tuttavia ampi areali di distribuzione, pertanto è possibile incontrarle praticamente ovunque. Tra le farfalle più comuni possiamo perciò trovare:

  • Aurora (Anthocharis cardamines)
    è una farfalla di piccole dimensioni (40-50 millimetri di apertura alare) con ali dal colore di fondo bianco. Nel maschio la porzione esterna delle ali anteriori presenta una macchia color arancione vivace, mentre nelle femmine i bordi delle ali sono neri e dal margine piuttosto arrotondato.
  • Vulcano (Vanessa atalanta)
    conosciuta anche come Atalanta, questa farfalla è caratterizzata da un colore di fondo marrone brunastro; le ali anteriori presentano una striscia interna arancione e un bordo con puntini bianchi, mentre quelle inferiori sono bordate di arancione. Mediamente la Vulcano raggiunge un’apertura alare compresa tra 45 e 55 millimetri.
  • Occhio di pavone (Inachis io)
    detta anche Vanessa Io, questa farfalla presenta un’apertura alare di circa 60-70 millimetri. Come dice il nome comune, su tutte e quattro le ali sono presenti macchie multicolori a forma di occhio (conosciute nello specifico come ocelli) che simulano gli occhi di un grosso animale allo scopo di tenere lontani i predatori naturali della farfalla. Il colore di fondo delle ali è di un bel rosso mattone acceso, mentre la loro parte inferiore è marrone-brunastra, il che rende queste farfalle perfettamente mimetiche sui tronchi quando tengono le ali chiuse.
  • Cavolaia maggiore (Pieris brassicae)
    presenta ali di color bianco, la cui apertura massima è di 55-70 millimetri. L’apice esterno delle ali anteriori presenta un’area scura in entrambi i sessi; nella femmina, tuttavia, il colore è più chiaro e sono presenti anche due macchie rotonde.
  • Cavolaia minore (Pieris rapae)
    è simile alla specie precedente, ma di dimensioni inferiori (apertura alare di 50-60 mm); il colore di fondo è bianco, con il bordo dell’ala superiore che è nero nei maschi. Le femmine presentano una colorazione più tendente al giallastro e due macchioline nere su ciascuna ala superiore.
  • Vanessa del cardo (Vanessa cardui)
    è una farfalla piuttosto comune, i cui colori dominanti sono l’arancione e il marrone scuro; le ali anteriori presentano anche macchioline bianche nella loro zona più esterna. Le dimensioni di questa farfalla in genere non superano i 60 millimetri di apertura alare, ed è possibile osservarla sino a 1600-1800 metri di quota.
  • Navoncella (Pieris napi)
    è una farfalla di colore bianco le cui ali presentano delicate venature grigio scuro.

Se si ha la fortuna di vivere in un luogo caldo e non eccessivamente inquinato, è possibile incontrare anche due specie non molto comuni, ma di grande bellezza: il Macaone e il Polidario.

  • Macaone (Papilio machaon)
    è una farfalla di grosse dimensioni (quasi 8 centimetri di apertura alare), con ali colorate di nero e giallo chiaro disposti in forme geometriche. Le ali inferiori presentano anche circoletti di colore blu metallico e due macchioline rosso acceso, che simulano due occhi.
  • Podalirio (Iphiclides podalirius)
    anche questo lepidottero presenta un’apertura alare notevole (sino a 7 centimetri) ed è caratterizzato da un aspetto abbastanza simile a quello del Macaone. Le differenze vanno ricercate nelle ali, la cui colorazione è biancastra alternata a fasce trasversali nere, e che presentano appendici allungate nel paio inferiore. Queste appendici assomigliano molto alla coda di una rondine e permettono alla farfalla di planare a lungo senza sbattere le ali.

Piante e fiori preferiti dalle farfalle

Nel nostro Paese esistono molte specie di vegetali da cui le farfalle sono attratte, perciò la varietà di scelta è piuttosto ampia.

Una conseguenza importante di questo fatto è che è possibile mettere a dimora in giardino essenze vegetali che non solo attirino le farfalle, ma che soddisfino delle esigenze estetiche oppure siano utili anche all’uomo. In quest’ultimo caso, un esempio tipico è rappresentato dalle essenze aromatiche, indispensabili in cucina ma che rappresentano al tempo stesso un richiamo irresistibile per molti lepidotteri.

Tra le erbe aromatiche più indicate, ricordiamo:

  • Menta
  • Salvia
  • Finocchio selvatico
  • Timo
  • Rosmarino
  • Origano
  • Camomilla
  • Maggiorana
  • Valeriana
  • Lavanda

Per quanto riguarda invece le piante fiorite, ecco qualche esempio di specie che oltre ad attirare i lepidotteri contribuiscono, con il loro colore, a rallegrare il giardino nella bella stagione:

  • Verbena
  • Buddleja
  • Aubrezia
  • Cardo
  • Viola
  • Tarassaco
  • Aster
  • Ibisco
  • Violaciocca
  • Ceratostigma

Anche alcuni arbusti utilizzati comunemente per bordure e siepi, seppur non caratterizzati da fioriture sgargianti, sono comunque in grado di attirare le farfalle. Tra questi, vale la pena ricordare il cotoneaster, il prugnolo, il caprifoglio e il biancospino.

Molte farfalle non disdegnano nemmeno le Crucifere (ad esempio i generi Cardamine, Sinapis e Sisymbrium) e gli alberi da frutto, soprattutto il melo e il pero. Bisogna comunque ricordare che, anche se le farfalle sono bellissime da vedersi, talvolta i loro bruchi causano danni notevoli alle colture.

È questo il caso, ad esempio, della cavolaia che può infestare gli orti. La presenza di specie fiorite che attirano le farfalle, tuttavia, non implica nel modo più assoluto che i vegetali vengano danneggiati dalle loro larve.

Per saperne di più su come attirare le farfalle in giardino

Siti internet e link utili

  • Paesi Verdi – Crea un giardino di farfalle
    Una guida utile e dettagliata per creare passo passo un giardino pieno di farfalle.
  • Trevi Ambiente – Insetti
    Descrizione di alcune delle farfalle più comuni che si possono incontrare nei dintorni di Trevi, ma che è possibile incontrare in gran parte del territorio italiano.

Per acquistare piante in grado di attrarre le farfalle

PDF

Libri

  • Il Giardino delle Farfalle. Con semi per ricreare l’habitat delle farfalle – Autore: Gianumberto Accinelli – Editore: Eugea – Anno: 2010
  • Le farfalle. Come allevare e tenere le farfalle in giardino e in serra – Autori: Miriam Rothschild, Clive Farrell – Editore: Franco Muzzio Editore – Anno: 1999

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.