Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Fare un orto sul balcone

In tempo di crisi molti italiani scelgono di farsi l’orto in casa per avere sempre a disposizione frutta e verdura fresca e non dover più spendere una fortuna dal fruttivendolo. Sono tanti i vantaggi nell’avere un orto, prima di tutto in termini di risparmio di denaro, ma anche dal un punto di vista del benessere e della salute. Le piante che coltiviamo noi infatti non sono trattate, sono sane e soprattutto buonissime. Non serve però avere un giardino per fare un orto, puoi prepararlo anche nel balcone di casa: ecco come fare in poche semplici mosse.

Come fare un orto sul balcone

L’orto in casa offre tantissimi vantaggi, perché ti permette di risparmiare, ma anche di mangiare in modo salutare frutta e verdura sanissima, della quale conosci la provenienza e che hai curato tu, senza utilizzare medicine o pesticidi. E poi vuoi mettere la soddisfazione di addentare un bel pomodoro maturo coltivato da te rispetto a quello comprato? Se l’idea ti stuzzica ti offriamo le regole generali e i consigli per creare il tuo orto non solo in giardino, ma anche e soprattutto in balcone. Un angolo di paradiso dove potrai rilassarti curando le tue piante e coltivando gli ortaggi che ti piacciono di più.

Fare un orto nel balcone: ecco come

La preparazione:

Se hai deciso di creare un piccolo orto nel tuo balcone di casa per prima cosa dovrai procurarti il materiale necessario per iniziare i lavori. La cosa principale da acquistare sono i vasi, ti consigliamo di usare quelli di plastica, anziché di terracotta, con una forma rettangolare. Questa tipologia di vasi infatti si trasporta e si sposta molto facilmente, perché la plastica è più leggera, inoltre la forma rettangolare ti permette di sovrapporre i vasi per guadagnare spazio. Se vuoi coltivare delle piante con tante foglie, come i pomodori o le zucchine, acquista dei vasi molto profondi per dare spazio all’ortaggio di crescere. Compra se puoi dei vasi alti almeno 50 cm.

La terra:

La seconda cosa da fare è preparare la terra. Sul fondo di ogni vaso va posta l’argilla oppure la ghiaia, poi aggiungete del terriccio mescolato con della sabbia. Quest’ultima serva a creare un terreno in grado di drenare l’acqua facilmente, sceglietela a grana grossa e mettetene poca.

La messa a dimora delle piante:

Passiamo ora al momento più importante nella realizzazione del nostro orto, ossia la messa in dimora delle piante. Il momento migliore per piantare gli ortaggi è fra fine marzo e aprile, il nostro consiglio è quello di acquistare le piantine, soprattutto se sei alle prime armi, e lasciar perdere i semi che di solito non attecchiscono mai. Quelle più facili da piantare sono i pomodori, che hanno bisogno di un supporto perché si arrampicano, dunque appoggia il vaso al muro. Pure le zucchine sono facili da coltivare, ma hanno necessità di un vaso molto grande perché si espandono. Pianta pure delle erbette aromatiche, che ti serviranno sempre in cucina.

L’innaffiatura:

A questo punto dovrai prenderti cura quotidianamente del tuo orto sul balcone, prima di tutto innaffiandolo. E’ molto importante innaffiare spesso le piante, ma mai per troppo tempo. Non bagnarle mai con la pompa a pioggia, ma versa l’acqua direttamente nel terreno, ma mai sulle radici, poi farlo ponendo il beccuccio dell’innaffiatoio sul bordo del vaso. In questo modo le piante non soffriranno uno shock termico. D’estate innaffiale tutti i giorni meglio se la sera, dopo che il sole è tramontato, in tal modo le piante non sono sollecitate ad assorbire l’acqua e la “bevono” lentamente durante la notte.

La concimazione:

Infine ricordati sempre di concimare le tue adorate piantine. La fase della concimazione è un po’ delicata perché troppo concime potrebbe andare a bruciare le varie radici delle piante e ucciderle. Scegli magari un concime bio, come ad esempio il terriccio di lombrico, senza dubbio uno fra i migliori. E’ un terriccio particolarmente nutriente e adatto ad ogni tipologia di pianta. Evita invece i concimi liquidi soprattutto se non sei particolarmente esperto in materia. Basta sbagliare anche di poco il dosaggio per far morire tutte le piante. In alternativa usa concimi super naturali, come la buccia di banana o i fondi di caffè.

Quali piante scegliere per fare un orto sul balcone

Detto questo giunge una domanda spontanea: quali piante scegliere per fare un orto sul balcone? Qui te ne proponiamo alcune che si possono adattare alle tue esigenze, vediamo quali sono.

La lattuga: si coltiva facilmente e si adatta a qualsiasi tipo di vaso, perché non ha radici profonde. Accertati solamente di fare qualche buco sul fondo del vaso per far drenare l’acqua nella terra. Dopo aver piantato la lattuga esponila al sole e innaffiala bene, sarà pronta in soli 30 giorni!

Le Zucchine: al contrario della lattuga la zucchina necessita di un contenitore profondo nel quale crescere, lungo almeno 25 cm e largo 30-40 cm. Metti una zucchina in ogni vaso, esponila bene al sole ed entro 40 giorni avrai i primi ortaggi, la pianta continuerà poi a fare i frutti ancora per due mesi.

I Pomodori: hanno bisogno di vasi profondi proprio come le zucchine, vanno innaffiati molto e devono stare in un punto ben soleggiato, appoggiati al muro. In media sono necessari almeno 80 giorni dopo la messa a dimora della piantina per produrre i primi frutti.

Una risposta

  1. Nicola Campanella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.