Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Cucina da giardino: scelta e acquisto

Per chi ha la fortuna di avere uno spazio verde estero, un ampio terrazzo o un piccolo giardino, c’è la possibilità di installare una cucina da esterno per preparare piatti e ricette da gustare all’aria aperta in compagnia della famiglia o degli amici. Ecco allora cosa è necessario valutare e preventivare prima di fare l’acquisto giusto.

La cucina da giardino

Non c’è migliore cucina di quella che per tetto ha il cielo, e per pareti il giardino… Sicuramente la cucina da giardino è il sogno di tutti quelli che amano mangiare all’aperto in tranquillità e comodità, rilassandosi nel proprio giardino e avendo a portata di mano fornelli, stufa, utensili senza dover fare avanti e indietro dalla cucina in casa.

Oggi in commercio esiste una grande varietà di modelli e proposte di cucina da giardino per le esigenze di ogni tipo di famiglia: lavandino, barbecue, griglie, piani di lavoro, frigorifero, tutto è organizzato come nelle migliori cucine da interno.

Prima di acquistare una cucina da giardino è bene valutare attentamente il tipo di spazio esterno in cui si vuole allestirla. Per questo è consigliabile la consulenza di un tecnico, che a volte anche le estese aziende produttrici o i negozi rivenditori mettono a disposizione del cliente.

Cucina da giardino

Dove collocare la cucina in giardino

Il primo passo da fare prima di crearsi una cucina da giardino è innanzitutto capire come e quanto si voglia utilizzarla. In questo modo sarà più facile prevedere quali utensili scegliere, che spazi preventivare, come organizzare la zona pranzo e sistemare i vari accessori.

Non è necessario per forza disporre di un grande giardino o spazio all’aperto per poter installare una cucina da esterno, l’importante è valutare bene dove e come posizionarla. Nel caso di poco spazio disponibile si può omettere il forno a legna piuttosto che il classico piano di cottura: per fare la scelta migliore è bene valutare che uso se ne voglia fare.

Molto utile è ad esempio realizzare una copertura sotto la quale mettere la cucina da giardino o allestirla al di sotto di un pergolato già esistente per proteggerla in tal modo anche dalle intemperie.

Elettrodomestici

Gli elettrodomestici per la refrigerazione di cibi e bevande sono molto utili per una cucina da giardino. Ecco quindi che se il budget lo permette sarebbe opportuno valutare anche l’acquisto di frigoriferi di piccole o medie dimensioni. Essi possono venire collocati al di sotto del piano di lavoro per ottimizzare al meglio lo spazio disponibile.

Il sistema di cottura è fondamentale per organizzare al meglio la preparazione dei vari piatti. Si può optare per una griglia a carbone oppure un barbecue a gas. Molto importante la loro installazione per evitare che si creino fumi che finiscano sull’area dove si è allestita la zona pranzo.

I fornelli potranno infatti essere sia elettrici, collegandoli all’impianto di alimentazione della casa, oppure anche a gas, utilizzando in questo caso una bombola adeguatamente posizionata al di sotto della cucina. Nel caso si prevede il collegamento alla rete elettrica sarà utile installare anche un forno tradizionale.

Lavandino

Il lavandino è molto utile, non sempre la sua installazione è prevista in alcuni modelli da cucina per esterno. Nel caso di cucine utilizzate per la preparazione di pietanze per molte persone è utile acquistare lavelli che hanno non solo una vasca ma due vasche.

Molto importante è prevedere la sua collocazione fin dall’inizio per far sì così che i vari allacciamenti alla rete idrica e i tubi siano correttamente installati. Il rischio infatti di chi non sceglie subito di metter un lavandino nella propria cucina in giardino, è quello che poi la scelta di metterlo in un secondo momento crea ulteriori lavori e spese aggiuntive maggiori.

Zona pranzo

Il posto migliore per organizzare la zona pranzo è di sistemarla sotto un gazebo o altro tipo di tettoia o pergolato e patio proprio per essere riparati dal sole nelle ore più calde della giornata o per avere maggiore riparo da vento e foglie durante il pranzo o la cena nelle giornate più fresche.

Sedie e tavolo andranno scelti in materiali robusti e adatti all’esterno.

Tutti gli utensili come pentole, posate, piatte e bicchieri potranno essere collocati sotto il bancone della cucina. In alternativa si possono prevedere armadi o mobili da esterno in resina vicino anche alla zona pranzo al cui interno riporre tutti i nostri utensili.

Manutenzione e pulizia

Ogni cucina richiede una manutenzione periodica e una pulizia quotidiana, ma per quanto riguarda la cucina da giardino esse necessitano di qualche accortezza in più.

Le cucine da esterno, infatti, sono realizzate perlopiù in muratura, ma anche in alluminio o in legno ecco che pertanto è fondamentale dopo il loro utilizzo ripulire accuratamente le varie superfici e i piani di lavoro.

In tal modo si eviterà nell’immediato di attrarre insetti e si impedisce che lo sporco si depositi sui vari materiali e crei incrostazioni per i periodi in cui la cucina non verrà utilizzata. Per quanto riguarda i rivestimenti in marmo e granito, essi sono molto belli a vedersi, ma richiedono prodotti appostiti per la pulizia.

Cucina fai da te

Per chi desidera cucinare all’aperto ma investire pochissimo ecco allora che per la propria cucina in giardino possono tornare utili vecchi mobili o fare piccoli acquisti economici. Vicino al lavello o fontanella che spesso si trova in ogni giardino si può collocare ad esempio una cucina con la bombola a gas e un piccolo barbecue per fare delle ottime grigliate.

Piatti, posate e tegami vanno riposti all’interno di mobili in resina: da evitare invece mobiletti in formica o lego che si deteriorerebbero a causa degli agenti atmosferici.

In alternativa si possono acquistare delle “cucine mobili”, ovvero delle cucine da esterno dotate di carrello facilmente trasportabili in ogni parte del giardino e che si possono riporre all’interno quando non si utilizzano.

Una risposta

  1. Loredana morabito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.