Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Piattaforme aeree, guida alle tipologie più richieste per il noleggio

La piattaforma aerea, ideata nel 1969 negli USA, è una macchina di utilizzo perlopiù industriale, destinata a sollevare carichi di peso ingente all’altezza che si vuole. Al di là della definizione generale, naturalmente sempre valida, esistono varie tipologie di piattaforma, con determinate caratteristiche. 

piattaforme aeree

Il noleggio piattaforme aeree presuppone un’attenta valutazione di queste caratteristiche. I parametri da tener presenti e da cui dipenderà la scelta del modello più adatto a noi sono il tipo di merce che di solito movimentiamo (il suo peso soprattutto) e l’altezza che dobbiamo raggiungere.

I modelli e le relative caratteristiche

Le piattaforme aeree verticali si muovono, come suggerito dal nome, solo verticalmente. Hanno una piccola parte che sporge di lato e vengono messe in opera tramite comandi dal basso e dall’alto. Tra queste, si annoverano per esempio le piattaforme a pantografo. Esistono comunque altre sottotipologie: le piattaforme verticali di persone sono piccole e leggere, sono solo elettriche e adatte a spazi ridotti, trasportano una persona in un cestello; quelle verticali elettriche sfruttano un pantografo idraulico e utilizzano batterie di trazione in serie (4, 8 o 12); le piattaforme verticali diesel hanno il motore diesel e possono arrivare ad altezze maggiori di quelle elettriche, fino a 20 m. Spesso comprendono i martinetti per la stabilizzazione a terra.Le piattaforme semoventi a braccio sfruttano un braccio telescopico che si muove in più direzioni e sono utilizzabili per spostare persone e pesi piccoli; arrivano a sollevare carichi fino a una cinquantina di metri. Anche per quel che riguarda questa tipologia, sul mercato è possibile trovare sia modelli elettrici che diesel.

Ci sono, poi, le piattaforme autocarrate con bracci idraulici, estendibili, posizionati sulla parte posteriore della macchina. Una loro caratteristica fondamentale è che si possono spostare su strada, quindi consentono di raggiungere autonomamente il luogo in cui effettuare le operazioni di sollevamento.

Le piattaforme aeree cingolate a ragno devono il loro nome alla loro forma, simile a quella del noto animale e dovuta agli stabilizzatori che sembrano lunghe zampe e che possono chiudersi, permettendo l’accesso a posti in cui può essere difficile entrare. Destinate alla movimentazione di persone, i cingoli permettono di lavorare su terreni non regolari.

Le piattaforme articolate possono essere elettriche o diesel. Quelle articolate e telescopiche diesel sono le più grandi e arrivano ad altezze ragguardevoli, anche 40 m. I modelli più avanzati hanno anche 5 centraline e possono potenziare la stabilità e la capacità con assali estendibili.

carrelli telescopici sono impropriamente conosciuti anche come “muletti diesel” ma questi si muovono solo verticalmente. Di solito, vengono utilizzati tramite delle forche regolabili. Il carrello può spostarsi angolarmente e può essere esteso idraulicamente. Gli stabilizzatori possono aumentare stabilità e capacità. Un computer “capisce” in modo automatico se si lavora su stabilizzatori o su gomme.

Procedere al noleggio

Dopo aver valutato e compreso la tipologia di piattaforma più adatta alle proprie esigenze, si può decidere di procedere all’acquisto. Ma come prima cosa, si deve tenere in considerazione il budget e il momento economico che sta attraversando la propria ditta, per capire se è effettivamente il caso di comprare una macchina. È chiaro che l’acquisto conviene solo se occorre farne un uso sistematico e se costituisce una spesa che l’azienda può permettersi. Per una serie di fattori, allora, il noleggio può rivelarsi la scelta migliore, a seguito di considerazioni di tipo economico e in un’ottica di ottimizzazione di spese e risorse.

All’atto pratico, le cose sono diventate davvero semplici: si può prenotare la piattaforma da noleggiare comodamente online: ci sono aziende, come per esempio Giffi Noleggi, che hanno siti funzionali e ben fatti, con un’ampia offerta e macchine che arrivano anche a sollevare pesi fino a 75 metri, con 40 metri di sbraccio laterale. Basta andare sulla sezione della tipologia di cui si necessita, leggere le caratteristiche tecniche dei vari modelli proposti e, semplicemente, effettuare la prenotazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.