Petunia: coltivazione e cura

Le petunie sono popolari piante che possono essere utilizzate per splendide cascate in balconi fioriti, ma anche per abbellire aiole, bordure, giardini e terrazzi. Presentano una grandissima variabilità sia in termini di colori che di forme e portamento, perciò si può dire che ce n’è davvero una per ogni gusto. In questa guida si possono trovare tutte le indicazioni necessarie per far crescere a casa propria, in modo semplice ed efficace, splendidi tappeti di petunie.

Identikit delle petunie

Le petunie sono piante erbacee appartenenti al genere Petunia, che fa parte della famiglia delle Solanaceae; curioso è notare che, dunque, le petunie sono parenti non troppo lontane di patate, peperoncino, pomodoro e tabacco. Il nome “petunia” deriva dal termine portoghese petum, adattamento alla parola che nella lingua dei nativi americani Tupi-Guarani significa “tabacco”.

Le petunie provengono dal continente sudamericano, dove in natura sono state classificate circa una quarantina di specie diverse, sia annuali che perenni. Queste piante formano floridi cespugli nei quali si intrecciano numerosi fusti di altezza compresa fra 20 e 60 centimetri; alcune petunie hanno invece un portamento prostrato e si propagano radenti il terreno, oppure ancora sono in grado di sviluppare rami ricadenti e quindi sono apprezzate per balconi, fioriere e vasi pendenti.