Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Aloe vera

L’Aloe vera è una pianta dall’aspetto inconfondibile per via delle sue foglie carnose e seghettate, soprattutto in primavera quando compaiono le sue belle fioriture di colore giallo intenso. Ma quali sono le caratteristiche di questa pianta, e da dove arriva?

Le origini dell’Aloe vera

Questa pianta, il cui nome scientifico è proprio Aloe vera (ma esistono anche sinonimi tra cui A. perfoliata var. vera e Aloe barbadensis), è probabilmente nativa dell’Africa settentrionale e della penisola araba. In lingua araba, il termine alloeh significa infatti “amaro”, “brillante” e ciò probabilmente sta alla base del nome di questa pianta. Vera, invece, in latino ha lo stesso significato che in italiano.

aloe vera

Ad ogni modo è difficile stabilire quale sia l’areale di distribuzione originario di questa pianta, dal momento che oggi l’Aloe vera è ampiamente coltivata in tutto il mondo. La specie è conosciuta all’uomo da oltre cinquemila anni, ma venne introdotta nell’Europa meridionale intorno al diciassettesimo secolo. Con il passare del tempo l’aloe si è adattata a crescere nelle più diverse condizioni climatiche, dalle zone temperate a quelle tropicali.

Una curiosità: la pianta appartiene all’ordine delle Asparagales, che comprende anche piante come asparago, aglio, orchidee, tulipani e gigli.

Le caratteristiche foglie dell’Aloe vera

L’Aloe vera è una succulenta, ovvero una pianta dotata di foglie spesse e carnose che si sono sviluppate come adattamento ai climi aridi e secchi. Nei tessuti di questi organi vegetali, infatti, viene immagazzinata preziosa acqua che risulterà fondamentale per superare i periodi meno piovosi.

Nell’Aloe vera sono le foglie a rappresentare la maggior parte della porzione visibile della pianta, dal momento che gli steli sono assenti o di dimensioni molto ridotte. Il colore di questi organi vegetali va dal verde al grigio-verdastro, ed alcune varietà sono caratterizzate da steli con piccole macchioline biancastre. Il margine delle foglie è seghettato, e presenta tanti piccoli ‘dentini’ di colore bianco.

Ed è proprio da queste foglie carnose che si ottengono gel ed estratti di Aloe vera conosciuti per le loro proprietà curative. Nella pianta, infatti, sono presenti più di duecento sostanze attive tra vitamine, minerali, amminoacidi, enzimi e polisaccaridi. Tutti questi elementi lavorano in sinergia: isolandone alcuni allo scopo di concentrarli, si perderanno gli effetti benefici complessivi.

I fiori dell’Aloe vera

Gli esemplari di Aloe vera sono generalmente in grado di raggiungere altezze comprese tra 60 e 100 centimetri circa, e in primavera-estate producono un lungo stelo (alto fino a 90 cm) alla cui sommità si trovano le infiorescenze. Queste sono composte da tanti piccoli fiori penduli di forma tubolare, lunghi dai due ai tre centimetri, la cui apertura è rivolta verso il basso e caratterizzati dall’inconfondibile colore giallo. In altre specie di Aloe i fiori possono invece assumere tonalità rossastre-pesca.

I maggiori produttori mondiali di Aloe vera

L’Aloe vera è ampiamente coltivata in tutto il mondo sia a scopi ornamentali che per ricavarne estratti (gel) da utilizzare in cosmetica e in medicina. Nei paesi del bacino del Mediterraneo, Italia compresa, non è raro imbattersi in piante di Aloe vera che crescono spontaneamente soprattutto nelle zone costiere e nelle aree dal clima più mite.

I maggiori produttori mondiali di Aloe vera sono Australia, Cuba, Repubblica Dominicana, Bangladesh, Cina, Messico, Jamaica, India e diversi paesi africani (Sudafrica, Kenya e Tanzania).

Alcune curiosità…

Affinché l’aloe possa mantenere inalterate tutte le sue proprietà benefiche, è stato dimostrato che la pianta e i suoi estratti devono rimanere in condizioni ‘biologicamente accettabili’, per così dire. Se infatti essi vengono sottoposti a congelamento o liofilizzazione, perderanno praticamente tutta la loro efficacia.

L’Aloe vera è inoltre caratterizzata da proprietà adattogene: in parole povere, ciò significa che persone diverse otterranno vantaggi diversi dall’assunzione di uno stesso prodotto contenente aloe. I benefici, infatti, possono variare grandemente da un individuo all’altro.

Una risposta

  1. pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.