Fiori e piante che profumano il giardino

Non vedete l’ora di avere un bel giardino profumato e ricco di piante e di fiore che sprigionano tutte le loro inebrianti essenze? Ecco allora tutto quello che c’è da sapere, dalla fase di progettazione alla composizione, fino alla scelta delle specie più profumate in assoluto.

Non si può parlare di giardino, di fiori e di piante, senza parlare anche di profumo. L’estate è il momento dei fiori profumati e bellissimi, ma alcune varietà di fiori si fanno largo anche in inverno con i loro profumi, già a partire da Gennaio. In ogni caso, se state progettando il vostro giardino e quest’anno volete puntare sui profumi, non potete non conoscere quali sono le varietà che in questo senso possono darvi grandi soddisfazioni.
I profumi sono da sempre importanti per l’uomo. Alcuni ci ricordano i momenti più felici dell’infanzia, altri sono legati a diverse emozioni, positive e negative, della nostra vita. E il giardino è l’oasi di tutti i profumi, un piccolo regno di pace e relax dove possiamo immergerci non solo in una serie di colori bellissimi, ma anche in un mondo magico fatto di profumi e sensazioni olfattive.
Avere un bel giardino profumato, quindi, com’è comprensibile, è il sogno di molti. Prima di procedere, però, è bene avere qualche nozione in merito e conoscere quali sono le caratteristiche delle specie botaniche che avete intenzione di accostare, per evitare di generare una sorta di confusione olfattiva che potrebbe generare l’effetto opposto.
Alcune piante, ma anche i fiori, hanno un profumo davvero irresistibile e che cosa c’è di meglio di riempire il giardino di fragranze intense e delicate per deliziarci durante le notti d’estate?  Alcune parti di queste piante, come le cortecce, i legni e le foglie, se vengono spezzate, schiacciate o bagnate liberano il loro profumo.
Pensiamo al pino, il suo profumo balsamico si sprigiona soprattutto in estate, quando il calore solletica la resina che si trova nella corteccia e nelle foglie. Pensiamo ora al profumo alla violetta, ricavato dal prezioso Iris Florentina. Oppure pensiamo alle piante esotiche, ai fiori di garofano, al sandalo, alla noce moscata; in questo caso non profumano i fiori, ma il legno oppure i frutti.
Ma quali sono le piante che possiamo scegliere per profumare al meglio il nostro giardino? La lavanda, il rosmarino, la salvia, il basilico e tutte le altre erbe aromatiche sono perfette per portare una sferzata di profumo, per cominciare. Procediamo con le altre.

Plumeria

plumeria

Un profumo dolce, dalle note speziate ma fresche. In profumeria conoscono questa essenza perché molte marche di profumi famosi la utilizzano come base per loro fragranze. Descrivere il profumo di questa pianta, spesso chiamato “frangipani”, è molto difficile perché è qualcosa che sta a metà strada tra il dolce e la nota speziata.
Conosciuta anche con l’appellativo “la pianta della nonna”, la Fresia è una pianta campagnola che arriva dal sud Africa. Ha una coltivazione semplice e una fioritura straordinaria e quella a fiore giallo è la varietà che profuma più intensamente.

Rosa

rosa

Di rose ce ne sono un’infinità e non basterebbe un libro per descriverle. Le rose sono profumate sono molte e alcune varietà di questi fiori, come l’Alba e la Damascena, sono particolarmente ricche di fragranza.

Caprifoglio

Se avete piantato questo fiore nel vostro giardino, tra la fine della primavera e l’estate sarete inebriati dal suo inconfondibile profumo, che apprezzerete molto di più nei giorni di pioggia, quando l‘acqua sprigiona a pieno la fragranza di questo fiore.

Giglio

giglio

Amamelide

amamelide

L’Amamelide è un arbusto di piccole dimensioni, ha una crescita piuttosto lenta e sopporto abbastanza bene le temperature basse. In caso di forte freddo, questo fiore si protegge chiudendo i fiori che sono già sbocciati fino a quando non compare di nuovo il sole. I fiori sono gialli e rossi e il loro profumo è molto gradevole, che ricorda vagamente quello del miele mischiato alle spezie.

Gardenia

gardenia

Giacinto

giacinto

Gli appassionati di profumi, riconosceranno subito il suo profumo, utilizzato da diverse note marche di cosmesi. La fragranza è molto intensa, dal tocco orientale, perfetta per profumare il giardino e gli spazi aperti con un tocco deciso. Meglio non esporli al sole diretto e sistemarli in una zona dove possano beneficiare di un po’ di ombra. Il primo anno fioriscono poco, nonostante una buona concimazione.

Agapanto

agapanto

Conosciuto anche con il nome romantico di “fiore dell’amore”, questa specie ha un bellissimo colore blu intenso, fiorisce a partire dal mese di giugno ed emana un profumo fresco, leggero e inebriante.

Qualche consiglio per cominciare

Se siete alle prime armi con la realizzazione e la composizione di un giardino, potete partire con calma, passo per passo, cominciando da una serie di piante profumate sì, ma anche molto semplici da coltivare. In ogni caso, ecco qualche prezioso consiglio che può aiutarvi a decidere tra le specie profumate e a combinarle al meglio tra di loro.

I primi elementi da considerare, ma questo vale per qualsiasi tipo di pianta o fiore in generale, sono la tipologia di terreno e il clima; piantate solo piante particolarmente indicate per il terreno che avete a disposizione e specie che reggono bene le condizioni climatiche in cui si trova il vostro terreno.

Dovrete poi fare attenzione alle diverse specie e alle varie essenze profumate scelto; l‘obiettivo è quello di creare un’armonia di profumi e fragranze, non quello di creare una confusione olfattiva, un contesto caotico dove non solo non si riconoscono i profumi, ma le essenze stesse danno fastidio all’olfatto.

Non mescolate, quindi, fragranze troppo diverse tra loro, soprattutto se avete un giardino di piccole dimensioni e soprattutto se avete intenzione di piantare queste piante all’interno di un piccolo balcone, o un piccolo terrazzo. Se invece avete a disposizione un ambiente decisamente più grande, le fragranze tenderanno a disperdersi di più, ma in ogni caso mescolare essenze troppo diverse tra loro potrebbe rivelarsi una pessima scelta.

Come fare, quindi? Un buon consiglio potrebbe essere quello di scegliere e raggruppare le piante in base al profumo che emanano. Per esempio, tutte le specie che emanano un profumo agrumato staranno bene insieme, ma dovranno essere lontane dalle piante che invece emanano profumi più dolci.

Infine, ricordatevi che durante la fase di progettazione dovrete prendere in considerazione il periodo di fioritura delle vostre piante, in modo tale che il vostro giardino sia sempre profumato senza dover fare i conti con essenze che si sovrappongono fra di loro.

Può sembrare banale e scontato, ma invece non lo è. Tutti i giardini richiedono un’attenta progettazione per far in modo che nulla venga lasciato al caso ed è così ancora di più quando si tratta di piante, fiori ed essenze profumate. La Natura ci ha donato dei grandi regali e noi dobbiamo semplicemente coglierne il significato più profondo e apprezzare tutte queste bellezze senza stravolgere troppo l’ordine naturale delle cose e le sue regole.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *