Sauna e bagno turco

Sauna e bagno turco

Sauna e bagno turco


Si vorrebbe fare una bella sauna o un bagno turco ma per raggiungere il centro benessere o termale ci vuole tanto tempo perché lontano da casa? Ecco allora che la soluzione potrebbe essere quella di installare una sauna o un bagno turco nel proprio giardino di casa all’interno di una sorta di chalet che permetterà di utilizzarli anche nei mesi più freddi.
Oggi i prezzi sono molto competitivi e quindi con un piccolo investimento si può creare una sorta di centro benessere personalizzato tutto per noi. Questo è possibile grazie anche alle nuove tecnologie che permettono l’installazione di queste strutture anche in spazi ridotti, addirittura all’interno del proprio bagno.
Prima di tutto è bene valutare lo spazio disponibile, scegliere il modello più adatto valutando anche la compatibilità dei kilowatt della sauna con quelli dell’impianto elettrico domestico: una sauna media consuma 1 kw ogni 1-1,25 metro quadrato così se l’impianto supporta una potenza di 4 kw la sauna non dovrà essere maggiore a 5 metri cubi complessivi di volume. Bisognerà poi valutare il tipo di rivestimento, lo spessore delle pareti per l’isolamento termico e chiedere vari preventivi alle aziende specializzate.

Funzioni della sauna

L’uso della sauna è legato alla tradizione finlandese infatti anche lo stesso termine rimanda all’etimologia di questo Paese del Nord Europa e significa “dimora invernale”. Il meccanismo è quello di utilizzare il vapore generato dal riscaldamento dell’acqua con effetti rilassanti e benefici per il corpo e la mente.
L’intensa sudorazione a cui è sottoposto il corpo permette infatti di depurare l’organismo dalle tossine e la pelle stessa può così purificarsi e apparire più luminosa.
Sfruttando il calore della sauna si potrà effettuare anche l’aromaterapia scegliendo tra i benefici apportati dalle varie essenze.

Modelli di sauna

In commercio esistono due diversi modelli di sauna: la sauna finlandese e la sauna a raggi infrarossi:

sauna finlandese: è il modello più tradizionale e all’interno della cabina sono predisposte anche delle pietre sopra le quali viene gettata l’acqua calda utilizzando un secchio o una sorta di mestolo e così facendo si incrementa la produzione di vapore e la temperatura può in questo caso raggiungere anche valori piuttosto elevati;
sauna a raggi infrarossi: è un tipo di sauna che funziona grazie alla produzione di raggi infrarossi che non creano vapore ma solo calore. L’installazione di una sauna a raggi infrarossi è molto più facile e veloce del modello tradizionale finlandese e ha costi inferiori: è sufficiente anche uno spazio più piccolo, non è necessario l’allaccio idraulico non essendo utilizzata acqua per la produzione di vapore, di conseguenza non necessita nemmeno di scarichi o prese d’aria. Non è indispensabile inoltre nemmeno installare una doccia in quanto non c’è l’intensa sudorazione tipica di chi fa invece una sauna finlandese.


Struttura della sauna

La sauna classica si compone di una cabina di dimensioni variabili in base al numero di occupanti previsto, in genere uno spazio di circa 1×1 m è il minimo utile per una sauna individuale. Internamente ci sono delle panche su cui ci si può sedere e tutta una serie di accessori come, ad esempio, portasciugamani o addirittura la radio, mentre nelle versioni più grandi ci può essere anche la doccia, molto utile per le saune che si trovano in giardino.
Il materiale in cui è realizzato la struttura dell’intera sauna è il legno (cedro, pioppo, acero) anche se, nelle versioni più moderne, ci sono anche metallo e vetro tanto che la sauna diventa una sorta di elemento di arredo: per le saune in giardino è necessario creare una struttura chiusa cosicché sarà possibile utilizzarla anche nella stagione invernale.

Manutenzione della sauna

Una volta comprata la sauna è necessario fare il collaudo con un tecnico specializzato per verificare il suo corretto funzionamento e per la sicurezza di chi poi la utilizzerà.
Per questioni di igiene è consigliato usare la sauna servendosi di asciugamani, specie se essa è utilizzata da più persone, e va pulita frequentemente anche con una semplice miscela di acqua e sapone, mentre sono sconsigliati i prodotti chimici che potrebbero danneggiare il legno.

Sauna o bagno turco?

Oltre alla sauna anche il bagno turco può essere installato nel proprio giardino. I suoi benefici erano conosciuti fin dall’epoca dei greci, romani ed egizi, addirittura era considerato un luogo di socializzazione.
Il funzionamento si basa sulla produzione di vapore che si diffonde tramite goccioline piccolissime, una sorta di nebbiolina molto fitta che si deposita sulla pelle lasciandola però traspirare e allo stesso tempo depurandola dalle impurità.
La differenza principale tra la sauna e il bagno turco è rappresentata dal fatto che nel bagno turco si raggiunge una umidità e una temperatura molto elevate, invece la sauna è un ambiente secco che causa una forte e intensa sudorazione costante.

Installazione del bagno turco

Se si vuole installare il bagno turco in giardino il materiale che viene utilizzato per il rivestimento sia interno che esterno è più che altro il legno che si integra perfettamente con il contesto naturale di un giardino. Invece se il bagno turco si trova all’interno ad esempio di un bagno basterà utilizzare delle piastrelle o delle maioliche per il rivestimento.
L’installazione va fatta da tecnici specializzati, ma prima di acquistare un bagno turco o una sauna è sempre bene accertarsi che chi poi li utilizzerà godi di una condizione fisica adatta a tali tipi di trattamenti e per questo è bene rivolgersi prima a un medico.

Nessun commento

Aggiungiti alla conversazione

Ancora nessun commento

You can be the one to start a conversation.

I tuoi dati saranno salvatiIl tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone